Indietro

Genitori e figli custodi dell'antifascismo

Quattrocento studenti delle scuole della Versilia coinvolti nel progetto di memoria partecipata per ricordare la strage di Sant'Anna

STAZZEMA — I nuovi custodi dei valori dell'antifascismo sono i ragazzi, le nuove generazioni. Per questo il Comune di Sant'Anna di Stazzema ha lanciato il progetto di memoria partecipata rivolto a quattrocento studenti e alle loro famiglie. Coinvolti i ragazzi delle scuole secondarie e dei comprensivi di Stazzema, Seravezza, Forte dei Marmi e Pietrasanta. 

Nello specifico, gli alunni e i loro genitori dovranno affrontare i valori della tolleranza, dell'antifascismo e della dignità del diverso attraverso la mediazione della scuola. Senza dimenticare il valore dell'accoglienza. Lo faranno con un video, con un tweet, uno scritto, una foto o un elaborato grafico che saranno giudicati da una commissione e premiati il 2 giugno proprio a Sant'Anna di Stazzema. 

"Come genitori siamo chiamati ad esseresoggetto attivo nella conoscenza - ha detto il sindaco diStazzema Maurizio Verona - I genitori devono capire l'importanza di dedicare una o due ore del proprio tempo su unprogetto formativo in una fase della vita, quelladell''adolescenza, molto importante per i nostri ragazzi. Assistiamo ad episodi di bullismo non solo tra ragazzi, ma anchenei confronti degli insegnanti, quindi, non basta indignarsi,delegando poi ad altri la formazione".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it