Indietro

Infermiere falsificava le ricette mediche

Le prescrizioni a nome di pazienti ignari erano usate per acquistare un costoso spray medicale. Divieto di esercizio della professione per tre mesi

LIDO DI CAMAIORE — Non potrà esercitare la professione per tre mesi l'infermiere in servizio all'ospedale Versilia di Lido di Camaiore accusato di aver falsificato ricette rubate a un medico. Le indagini della polizia di Viareggio sono partire proprio dalla denuncia del medico della Asl Toscana Nord Ovest che lo scorso gennaio si è accorto della scomparsa dall'ambulatorio di diversi moduli in bianco del ricettario.

A dare un ulteriore impulso al lavoro degli investigatori è stata la segnalazione da parte di una farmacia di alcune prescrizioni a nome di pazienti diversi presentate nel giro di pochi giorni dalla stessa persona. 

L'ipotesi della polizia è che l'infermiere abbia intestato le ricette a pazienti i cui nomi sarebbero stati pescati dalle banche dati ospedaliere e vi abbia apposto sopra il timbro del medico falsificandole. A quel punto le avrebbe usate per acquistare un costoso spray medicale in farmacia. 

Flaconi dello spray sono stati ritrovati, in parte intatti e in parte esauriti, nel corso di una perquisizione. I reati contestati all'infermiere sono falso ideologico, accesso abusivo a sistema informatico e truffa. Per lui è scattata la misura cautelare del divieto di esercizio della professione per tre mesi. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it